CERCA

Questo sito non è aggiornato

Dal 2 luglio, a seguito del processo di fusione per incorporazione previsto dalla Legge Regionale n. 11/2017, la Società della Salute di Empoli e la Società della Salute Valdarno Inferiore hanno costituito la Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa.

Clicca qui per accedere al sito della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa

Disabilità

Il Servizio Sociale Professionale dell’area della Disabilità opera, prioritariamente, nell’ottica di integrazione e sostegno  della persona disabile al fine di ridurre  il disagio derivante dalla condizione e promuovere azioni finalizzate all’inclusione sociale, all’integrazione scolastica, formativa e lavorativa. Assicura risposte integrate che si basano sulla presa in carico dei soggetti e sull’attivazione degli interventi disposti dal Gruppo Opeartvo  Multidiscipalinare (GOM)

 Il riconoscimento della condizione di handicap e handicap in condizione di gravità  previsto dalla L.N. 104/92  favorisce l’accesso a tutta la rete dei servizi nell’area della disabilità.

Il Servizio Sociale fa parte della Commissione di accertamento handicap- Legge 104/92- e a tal fine ha la responsabilità di valutare la componente sociale di tale accertamento.

Gli interventi comprendono:

  • Sostegno all’integrazione scolastica

L’attività dei servizi sociale  è particolarmente intensa nella fascia di età 0- 17 anni e vede  impegnati i servizi  in un percorso integrato tra sociale, sanitario, scuola, famiglia affinchè tutte le potenzialità del soggetto possano trovare il massimo sviluppo. Per ogni minore viene  realizzato, in accordo tra gli operatori A.S.L., la scuola ed i genitori, il Piano Educativo Individualizzato( PEI) teso a realizzare tutti gli interventi necessari a sostenere il percorso scolastico del minore stesso.  

  • misure di sostegno al reddito

Gli interventi di sostegno economico sono   finalizzati all’integrazione del reddito ed al superamento del disagio abitativo che hanno carattere di temporaneità si rivolgono alla persona disabile  in difficoltà di natura economica per insufficienza di reddito e/o per interventi economici correlati a momenti di maggiore difficoltà economica.

  • misure di sostegno alla domiciliarità

Gli interventi di assistenza domiciliare in forma diretta sono tesi a favorire la presa in carico e la permanenza a domicilio della persona disabile in condizione di gravità o di parziale autonomia, mediante prestazioni fornite presso il proprio domicilio. Si tratta di prestazioni di natura socio-assistenziale (AD) e socio-sanitaria(ADI)  che assolvono a carichi assistenziali ed a bisogni diversi.

L’assistenza domiciliare socio-assistenziale (AD) fornita in forma diretta consiste in un servizio rivolto a minori e adulti disabili che richiedono interventi di cura e di igiene della persona, di aiuto nella gestione della propria abitazione e accompagnamento. L’assistenza educativa diretta è rivolta prevalentemente a minori  e prevede prestazioni specifiche  previste nel progetto socio-educativo disposto dal GOM in relazione ai bisogni individuati e alle azioni da intraprendere.

  • Contributi per la vita indipendente

Erogati all’interno del progetto regionale e collegati alla realizazzione di un progetto/percorso di autonomia prevedono che il soggetto interessato presenti una domanda specifica.

  • Attività di orientamento al lavoro

Generalmente realizzata in stretta collaborazione con la Provincia, titolare delle competenze in materia di formazione/preformazione professionale; la finalità è quella di incentivare l’inserimento ed il reinserimento lavorativo  di ragazzi diversamente abili mediante attività di orientamento e formazione dirette ad individuare i bisogni formativi e sviluppare le abilità e potenzialità per intraprendere un percorso di inserimento lavorativo.

  • Inserimenti socio-occupazionali

L’inserimento socio-occupazionale  è rivolto a persone con disabilità  fisica/sensoriale o psico-fisica o in condizione di marginalità sociale  incapaci di promuovere autonomamente le proprie competenze sociali e lavorative nei tradzionali contesti del mercato del lavoro. La finalità è quella di promuovere e potenziare le autonomie personali e sociali nello sviluppo di attività operative offrendo, nel contempo, opportunità di integrazione sociale.

  • servizi semiresidenziali-

Gli inserimenti in strutture semiresidenziali sono da considerarsi  interventi a sostegno della domiciliarità e di supporto alla famiglia ; L’inserimento nei Centri diurni per disabili è  orientato alla socializzazione e al mantenimento delle capacità residue dei ragazzi inseritioltre a svolgere funzioni di cura e assistenza.

 I Centri diurni rappresentano una riposta essenziale al sostegno delle responsabilità familiari, in particolar modo nei compiti di cura del disabile. Sul territorio della SDS di Empoli sono presenti  8 centri diurni che accolgono mediamente 157  ragazzi all’anno (che hanno assolto l’obbligo scolastico),  per i quali il centro diurno rappresenta luogo di vita, socializzazione e cura durante l’arco della  giornata; l’investimento di risorse in questa area  rende possibile il mantenimento della persona disabile nel proprio ambiente di vita.

  • servizi residenziali - Residenza Sanitaria per disabili ( RSD) e Comunità Alloggio Protetta ( CAP).

Il ricorso all’offerta residenziale in questa area di intervento specifica riguarda persone adulte in condizione di disabilità grave  per i quali non è possibile attivare un programma di assistenza domiciliare per assenza di rete familiare.

La risposta residenziale, soprattutto attraverso i ricoveri temporanei e di “sollievo”, rappresenta per la famiglia un alleggerimento del carico assistenziale.

La presenza della residenza di Via XI Febbraio, con sede a Empoli e la residenza “ La Ginestra” con sede a  Castelfiorentino rappresentano una risposta fondamentale per gli inserimenti temporanei legati momenti e periodi di criticità familiare e una risposta di ricovero definitivo solo in condizioni di assoluta gravità e inadeguatezza ambientale.

Questi i riferimenti per i servizi dell’ Area Disabilità:

Responsabile Sub Area MINORI DISABILI – Chiara Mannucci

Sede: Via Rozzalupi 57- Empoli- Tel. 0571/702767

Assistente Sociale- Simona Rossi ( Empoli, Cerreto Guidi, Capraia e Limite, Montelupo Fiorentino e Vinci)

Sede: Via Rozzalupi 57, Empoli Tel . 0571/ 702730

Assistente Sociale- Silvia Giorli ( Certaldo,Castelfiorentino, Gambassi Terme, Montaione, Montespertoli)

Sede: Piazza Macelli 10 , Empoli Tel . 0571/ 878876

Assistente Sociale-  Loredana D’Ermiliis( per interventi minori in carico alla Neuropsichiatria Infantile)

Sede: Piazza S. Rocco 5 – Tel. 0571/704508

Assistente Sociale- Maria Moscia- ( per Fucecchio)

Sede: Via Landini Marchiani 36- Tel. 0571/268505

Responsabile Sub Area ADULTI DISABILI –  Alba Scardigli

,Sede: Via Rozzalupi 57, Empoli Tel . 0571/ 702792

Assistente Sociale- Sivia Maccari-( per Montelupo Fiorentino)

Sede: Viale Centofiori 30 – Montelupo Fiorentino – Tel. 0571/702053

Via A. Negro 5- Capraia e Limite – Tel. 0571/702303

Assistente Sociale- Adriano Marianelli-  ( per Cerreto Guidi)

Sedi:Via dei Fossi 3- Cerreto Guidi- Tel. 0571/7055390

Via Val di Sole 2- Vinci – Tel. 0571/702301

Assistente Sociale- Naire Cartechini – ( per Empoli)

Sede: Via Rozzalupi 57, Empoli Tel . 0571/ 702756

Assistente Sociale- Cinzia Mundula- ( per Montespertoli)

Sede: Viale Matteotti 20 – Montespertoli- Tel. 0571/878932

Assistente Sociale- Paola Perria- ( per Castelfiorentino e Certaldo)

Sede: Via C. Pavese 4 – Castelfiorentino- Tel. 0571/704363

Assistente Sociale-  Barbara Bigini

Sedi:Piazza Macelli 10 Certaldo – Tel. 0571/878869

Via Volterrana 31- Gambassi Terme – Tel. 0571/705848

Assistente Sociale-  Loredana D’Ermiliis

Sede: Piazza S. Rocco 5 – Tel. 0571/704508

Assistente Sociale- Tiziana Terreni

Sede: Via Landini Marchiani 36- Tel. 0571/268507